Prove di dialogo alla festa democratica di Reggio Emilia, dove domenica sera Maria Mussini, senatrice del Movimento 5 stelle, è salita sul palco della kermesse, per un faccia a faccia con il segretario regionale del Pd, Stefano Bonaccini. Pochi però i punti d’incontro tra i due. A eccezione di una timida apertura sulla riforma della legge elettorale. “Cambiare il porcellum è una priorità – ha detto l’esponente dei 5 stelle a Palazzo Madama -. Quando Napolitano scioglierà le Camere, spero che si vada alle urne con una legge che consenta ai cittadini di scegliere chi votare”. La senatrice ha poi commentato le affermazioni di Sonia Alfano, che in un’intervista aveva parlato di 15 parlamentari del movimento di Grillo disposti a un’intesa con il Pd. E ha escluso l’esistenza di un gruppo di dissidenti: “Un’invenzione fatta per utilità personale”  di Giulia Zaccariello

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Decadenza Berlusconi, quando al Pdl piaceva il decreto Severino

next
Articolo Successivo

Lega, Maroni: “Il partito ha bisogno di rinnovamento, ci sono giovani di talento”

next