Quattro parlamentari del Movimento 5 Stelle, tutti componenti della commissione Difesa, hanno visitato oggi la base militare di Cameri, in provincia di Novara, il sito dove è già in fase di assemblaggio il nuovo contestato velivolo F35. Emanuela Corda, Luca Frusone, Paolo Bernini e Tatiana Basilio sono stati più di tre ore all’interno della base, dove hanno incontrato i vertici militari e i responsabili del progetto a cui hanno rivolto domande specifiche sugli mezzi. Una volta usciti hanno espresso forti perplessità sulla possibilità di ridurre effettivamente la spesa nel settore degli armamenti vista l’entità degli interessi che ruotano attorno a questa industria e vista la volontà di preservare i complessi rapporti internazionali  di Alessandro Madron

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sequestro Abu Omar, arrestato a Panama l’ex capocentro Cia Seldon Lady

next
Articolo Successivo

Paolo Borsellino, lettera di un maestro

next