“Solo il 2% delle donne in tv parla, il resto è muto e svestito“: l’analisi dell’immagine femminile nei media e nelle pubblicità da parte del presidente della Camera Laura Boldrini, intervenuta nel convegno organizzato dalla Cgil alla Camera del Lavoro di Milano, è netta. Soddisfazione anche per la decisione della Rai di rinunciare quest’anno a Miss Italia. “Credo che ci si debba rallegrare per una scelta moderna e civile e spero che le ragazze italiane per farsi apprezzare possano avere altre possibilità che non quella di sfilare con un numero. Le ragazze italiane hanno altri talenti”. Un commento che non è piaciuto a Patrizia Mirigliani: “Avrei piacere di incontrare personalmente la Presidente (Laura Boldrini, ndr) per renderla partecipe di quanto la kermesse abbia fatto per le donne, ovviamente in un settore a lei poco conosciuto”. Dal palco della Camera della Lavoro è stata Susanna Camusso a riflettere sulla relazione tra violenza sulle donne e disagio economico: “Il femminicidio è un problema che riguarda la relazione uomo-donna”. E poco ha a che fare, questa “accelerazione di violenza nei confronti della donna”, con la crisi economica. Il segretario della Cgil ha poi esortato il sindacato a essere “un punto di riferimento” per le donne vittime di violenze di Francesca Martelli

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, il nuovo campo rom attrezzato finisce sopra un’ex discarica

next
Articolo Successivo

San Camillo, la denuncia dei medici: “Cresce il tasso di mortalità tra i codici verdi”

next