Urne ancora aperte fino alle 15 di oggi nei 67 Comuni al voto per i ballottaggi. E, in attesa, di conoscere i nomi dei sindaci che ce l’hanno fatta, c’è un vincitore: l’astensionismo. Il dato sull’affluenza alle 22 di ieri segnava un ulteriore forte flessione: aveva votato il 33,87% rispetto al 42,38% di due domeniche fa. A Roma va anche peggio. Alle ore 22 l’affluenza dei votanti per eleggere il sindaco che siederà al Campidoglio tra Ignazio Marino e Gianni Alemanno, come rende noto il Viminale, è stata pari al 32,3%, in flessione rispetto al 37,7% del primo turno. Anche se le attenzioni sono concentrate naturalmente sulla Capitale, ci sono altre piazze importanti che meritano di essere approfondite come Brescia, Siena e Treviso. Noi seguiremo in diretta i primi dati sulle amministrative e li commenteremo dagli studi della nostra web-tv. Appuntamento alle 15 in diretta streaming con le dirette e i servizi dai comitati elettorali e con le analisi in studio di Stefano Feltri e dei giornalisti del Fatto e degli esperti. Potete interagire tramite i social-network e ilfattoquotidiano.it per Twitter gli hashtag sono: #FattoTv #ballottaggi #Roma 2013

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ballottaggio Roma 2013, Marino: “Rimonta Alemanno? Ho fiducia nella democrazia”

prev
Articolo Successivo

Comitato Alemanno, Augello: “A Roma 60% di astenuti: nessuno parli di voto sereno”

next