La Polizia di Frontiera ha arrestato all’aeroporto di Fiumicino un ex alto ufficiale israeliano, latitante dal 2010. Era stato colpito da un mandato di cattura internazionale per traffico di organi umani

Dal 29 ottobre del 2010 l’uomo era ricercato da tutte le polizie del mondo perchè colpito da un mandato di cattura internazionale emesso dal Tribunale dello stato brasiliano di Pernambuco, in seguito ad una condanna all’ergastolo per il reato di traffico di organi umani. L’arresto è avvenuto ieri con la collaborazione dell’Interpol.

L’uomo si trova ora nel carcere di Civitavecchia. Maggiori dettagli verranno forniti alle 11 in una conferenza stampa della Polizia di Frontiera dello scalo romano. Ulteriori particolari saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 11.30 presso gli uffici della Polizia di Frontiera di Fiumicino.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Milano, allarme Dia: “Sempre meno indagini su mafia e colletti bianchi”

prev
Articolo Successivo

99 Posse: “Aggrediti a Roma da venti fascisti”

next