Francesco Belsito collabora con i magistrati e ottiene gli arresti domiciliari. Il gip di Milano Gianfranco Criscione ha infatti concesso la detenzione a casa all‘ex tesoriere della Lega nord arrestato il 24 aprile nell’ambito dell’inchiesta sull’uso dei fondi pubblici assegnati al partito di Bossi e Maroni. Belsito ha reso tre interrogatori ai pm milanesi che indagano sull’affaire che ha terremotato il Carroccio svelando la commistione tra gli affari di partito e quelli di “The Family”, la famiglia di Umberto Bossi. Il gip, su istanza dei legali Paolo Scovazzi e Alessandro Storlenghi, ha appunto riconosciuto che la collaborazione di Belsito alle indagini attenua il rischio di reiterazione del reato, una delle basi dell’ordine di custodia cautalare. Gli interrogatori di Belsito sono stati secretati

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stefano Cucchi, le sentenze si discutono

next
Articolo Successivo

G8, Balducci: secondo sequestro in un mese, congelati beni per 13 milioni

next