“L’umanità prima del profitto”. E’ lo slogan gridato a Francoforte da circa 7mila persone  che da giorni protestano facendo cortei e sit in nella città tedesca dei no global del movimento “Blockupy” contro il predominio delle banche, della politica economica non efficace di Angela Merkel. Le forze dell’ordine hanno annunciato che in questi giorni sono stati arrestati dai 200 ai 400 attivisti, gli organizzatori della protesta parlano di 1000 persone circa. “Queste manifestazioni sono dirette anche contro la Banca Centrale Europea, perché è il cuore del regime della crisi europea”, dichiarano i manifestanti. Tensioni ci sono state quando un gruppo di attivisti si è staccato da uno dei cortei per dirigersi verso la sede della Bce e ha iniziato a lanciare pietre e bottiglie. La polizia ha risposto con i lacrimogeni e lo spray al peperoncino

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Istanbul: da battaglia per l’ambiente a battaglia per la libertà di espressione

prev
Articolo Successivo

Nucleare: se in Corea del Sud le centrali usano pezzi di ricambio ‘taroccati’

next