Al molo Giano di Genova continuano gli sforzi in mare da parte dei sommozzatori della Guardia Costiera per cercare le persone che ancora mancano all’appello. “Il bilancio ufficiale delle vittime è pesante – dice il comandante Marini, portavoce della Guardia Costiera di Genova – tra i nostri militari che svolgevano servizio all’interno della torre piloti tre risultano deceduti. Risulta morto anche il pilota e un operatore di rimorchiatore”. Sette dunque le vittime e della torre non rimane che una scala inclinata sul fianco. Sul luogo della tragedia anche i colleghi delle vittime, come Bruno Prinz che la scorsa notte sarebbe dovuto essere di turno. Intanto si è attivata la macchina delle inchieste per capire la dinamica dell’incidente: un’avaria al timone, un arresto dei motori o un errore umano sembrano le piste seguite al momento dalla Procura  di Cosimo Caridi e Annissa Defilippi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Papa Francesco alle suore: “Siate madri non zitelle”

next
Articolo Successivo

Campania, appalti a Casalesi e favori sessuali. Arrestato sindaco di Battipaglia

next