Siparietto grottesco durante la trasmissione “Un giorno da pecora”, su Radio2. Il ministro dell’Ambiente Corrado Clini, incalzato dalle domande di conduttori Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro, tiene una lezione sul risparmio energetico e sulle modalità migliori in cui farsi una doccia. “Bisogna innanzitutto spogliarsi” – esordisce il ministro – “e appendere le proprie cose in modo che prendano aria e non sia necessario metterle sempre in lavatrice, così si risparmia. Dopo ci si asciuga” – continua – “rigorosamente con gli asciugamani del giorno prima. Poi bisogna rimettersi le mutande, possibilmente usate da quattro giorni, alle quali però hai fatto prendere aria“. Di fronte ai commenti sconcertati dei conduttori e dell’altro ospite, Luca Giurato, Clini spiega: “La media dovrebbe essere quella di cambiare gli slip ogni quattro giorni. Ma sapete quanta acqua consuma una lavatrice per un paio di mutande? Venticinque litri”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezione Presidente della Repubblica: una donna sì, ma una costituzionalista

prev
Articolo Successivo

Incompatibilità, Casson (Pd): “Quindici casi, giunta si costituisca al più presto”

next