Viaggio per scoprire se le rete sostituirà i Palazzi del potere. Oggi Montecitorio, domani il nostro computer.

Dall’aula di Montecitorio alle stanze di casa nostra. Il Movimento Cinque stelle ha vinto anche puntando su una democrazia più diretta che faccia partecipare i cittadini alle decisioni che li riguardano. I primi passi sono state le primarie tra candidati fatte online, poi la massima trasparenza con tutti i documenti pubblici visibili in rete. È solo l’inizio. In futuro più o meno prossimo addio alle urne e alle elezioni vecchia maniera. Ma c’è chi si spinge anche oltre: le leggi potrebbero non essere votate più dai parlamentari, ma dai cittadini.

Questioni grandi. Il Fatto del Lunedì le affronterà da un punto di vista giuridico, politico e anche tecnico. Parlerà con i nuovi politici dell’era internet, con giuristi e hacker. Per arrivare a una risposta: è possibile – e preferibile – una democrazia totale? E i mezzi tecnologici consentono di realizzarla senza taroccamenti?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili