Viaggio per scoprire se le rete sostituirà i Palazzi del potere. Oggi Montecitorio, domani il nostro computer.

Dall’aula di Montecitorio alle stanze di casa nostra. Il Movimento Cinque stelle ha vinto anche puntando su una democrazia più diretta che faccia partecipare i cittadini alle decisioni che li riguardano. I primi passi sono state le primarie tra candidati fatte online, poi la massima trasparenza con tutti i documenti pubblici visibili in rete. È solo l’inizio. In futuro più o meno prossimo addio alle urne e alle elezioni vecchia maniera. Ma c’è chi si spinge anche oltre: le leggi potrebbero non essere votate più dai parlamentari, ma dai cittadini.

Questioni grandi. Il Fatto del Lunedì le affronterà da un punto di vista giuridico, politico e anche tecnico. Parlerà con i nuovi politici dell’era internet, con giuristi e hacker. Per arrivare a una risposta: è possibile – e preferibile – una democrazia totale? E i mezzi tecnologici consentono di realizzarla senza taroccamenti?

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore