Sono affari di famiglia. Garrincha Loves Bologna, tappa numero due del festival itinerante con ritorno a casa per gli artisti dell’etichetta indipendente bolognese. Venerdì 14 e sabato 15 dicembre al Tpo di Bologna una due giorni di concerti in cui si alterneranno sul palco le esibizioni di: Lo Stato Sociale, Camillas, Chewingum, L’orso, L’officina della camomilla, Jocelyn Pulsar, Matteo Costa & the Nanny Nanny’s, 33 ore, Magellano, Nel dubbio, Manzoni e Brace.

“E’ il riassunto del meglio della nostra etichetta, singoli e gruppi nella loro ricercata diversità”, spiega Matteo Romagnoli, giovane boss di Garrincha, “Giochiamo in casa, ci sarà un bel clima disteso, familiare”.

Garrincha, nata proprio a Bologna nel 2008, ha prodotto fino ad ora solo artisti italiani che cantano in italiano: “Bologna è il punto di partenza, siamo nati qui e abbiamo cominciato da qui. Ma la base poteva essere ovunque”, continua Romagnoli, “Bologna continua ad essere un centro strategico per la musica anche se nella nostra scuderia ci sono musicisti di Chioggia, Livorno, Milano e Senigallia. Incidono con noi quelli che ci interessano senza l’ansia di avere, che so, un gruppo del Sud che ancora non abbiamo. Noi, come si dice qua, “andiamo a gusto” ”.

E non è una sorpresa, quella delle affermazioni commerciali degli artisti Garrincha, vero e proprio boom anche e soprattutto sul web: “Oramai le multinazionali che sono a Milano non hanno più il potere e il denaro che avevano dieci anni fa. Semmai come ha fatto la Universal con Lo Stato Sociale, ci ha offerto qualcosa per l’edizione e un supporto nelle distribuzione. Siamo un antidoto alla multinazionale del disco, questo sì”.

Alla Garrincha si lavora sul serio: retribuzioni contenute ma garantite e l’entusiasmo dei proprio artisti che non manca: “Dobbiamo “declassarli” economicamente un po’ anche nell’organizzare queste kermesse live. Parti più piccole di quello che meriterebbero ma assicurate. Anche questa è una soluzione per mantenere la propria indipendenza artistica”.

Venerdì 14 dicembre saliranno sul palco del Tpo, in ordine di apparizione: Jocelyn Pulsar, 33 ore, ManzOni, Brace, Matteo Costa & the Nanny Nanny’s, Lo Stato Sociale. A seguire: Avanzi di Balera, la festa che ha portato la muffa, il sudore e le luci al neon nei cuori dei torinesi sarà ospite nella città delle Due Torri.

Sabato 15 dicembre, invece, apriranno i Nel dubbio, poi seguiranno I Camillas, L’orso, L’officina della camomilla, Chewingum, Magellano. A seguire: Garrincha All Stars dj set tutti per uno, uno per tutti. I musici della Garrincha si alterneranno alla consolle per un dj set da mille e una notte. Teppa Bros (Lo Stato Sociale dj set), Matteo Costa, Mattia Barro (L’orso), Zagor Camillas e Magellano.

Radio Kairos seguirà in diretta streaming l’evento sui 105.85 FM a Bologna e su www.radiokairos.it con interviste, ospiti, intrattenimento e tante curiosità sui live. Ingresso sette euro a sera o abbonamento da 10 euro per le due serate. Informazioni: www.garrinchadischi.it – www.facebook.com/garrinchadischi

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roberto Dell’era, ‘Colonna sonora originale’ live: “L’Italia non è un paese rock”

next
Articolo Successivo

Piano Magic, la musica non vi salverà da nulla tranne che dal silenzio

next