Si fa concreta la possibilità di chiedere il congedo parentale ad ore, senza la necessità di assentarsi del tutto dal lavoro e usufruendo così di periodi di congedo proporzionalmente più lunghi. E’ una delle questioni affronate nella bozza del decreto salva-infrazioni che domani potrebbe essere esaminata nel corso del pre-consiglio dei ministri. Tra le altre novità c’è la diminuzione delle sanzioni per le mancate comunicazioni fiscali di attività detenute all’estero, l’introduzione della fattura elettronica e la modifica di alcune norme sul monitoraggio fiscale.

CONGEDO PARENTALE A ORE – Sarà possibile chiedere il congedo parentale anche “su base oraria”. I genitori avrebbero la possibilità, anzichè di assentarsi del tutto, di diminuire l’orario e di avere così un periodo di congedo proporzionalmente più lungo. Ad oggi, il congedo parentale o “astensione facoltativa” si può chiedere entro gli otto anni di vita dei figli e può essere frazionato in mesi, settimane o giorni ma non può essere fruito ad ore, novità introdotta appunto dal salva-infrazioni. La materia dovrà comunque essere disciplinata dai contratti collettivi. 

SANZIONI FISCO PER FONDI A ESTERO – Taglio alle sanzioni sulla violazione degli obblighi di dichiarazione delle attività estere. Per le violazioni sul quadro Rw si potrà applicare “la sanzione amministrativa pecuniaria dal 3 al 15% dell’ammontare degli importi non dichiarati”. Raddoppia se l’attività è in un paradiso fiscale. Per gli intermediari che non segnalano operazioni estere la sanzione va dal 10 al 25%. Le multe erano state rese più pesanti in occasione dello scudo.

MONEY TRANSFER – Vengono inseriti tra gli enti che debbono monitorare tutte le operazioni di valore pari o superiore ai 15.000 euro.

FATTURA ELETTRONICA E SEMPLIFICATA – Stabilite le modalità “in merito all’autenticità dell’originale, all’integrità del contenuto e alla leggibilità della fattura”. Sulla conservazione si stabilisce che “le fatture create in formato elettronico e quello cartaceo devono esser conservate in modalità elettronica”. Arriva poi la fattura semplificata per gli importi sotto i 100 euro.

VIAGGI TUTTO-COMPRESO – Saranno più tutelati: raddoppia dal 2 al 4% la quota dell’ammontare del premio delle polizze di assicurazione obbligatoria come fonte di alimentazione del fondo nazionale di garanzia che è tenuto ad intervenire quando i tour operator falliscono. Il fondo dovrebbe coprire il prezzo versato dal consumatore e il suo rimpatrio nel caso di problemi nel viaggio.

RITOCCATA IMPOSTA AEREI – Viene estesa anche agli aerei non immatricolati nel registro tenuto dall’Enac la cui permanenza in Italia si protragga per una durata anche non continuativa superiore a 6 mesi nell’arco di 12 mesi.

DALLA SPAZZATURA ALLE GALLINE – Il decreto è eterogeneo e contiene misure molto diverse tra loro: dalla tutela delle galline ovaiole alla gestione dei rifiuti tra le Regioni, dallo smaltimento dei grandi elettrodomestici alla sicurezza ferroviaria, dai sistemi di telepedaggio alla vaccinazione contro la febbre catarrale degli ovini.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Francia, il piccolo Jihad ha la t-shirt “sono una bomba”. Sindaco denuncia la madre

prev
Articolo Successivo

Profezia Maya, governo russo obbligato a smentirla con un comunicato

next