“Tutti i militanti di CasaPound devono votare Bersani”. Sembra uno scherzo, ma la proposta è stata lanciata davvero dal centro sociale neofascista per “inquinare” le primarie del Pd. “Abbiamo 5 mila iscritti e un mondo di simpatizzanti – spiega il vicepresidente di CPI, Simone Di Stefano dalla sede di Roma – vogliamo portarli alle urne per essere l’ago della bilancia. Scegliamo Bersani e D’Alema perché vogliamo che il Pd rimanga così come è adesso: vecchio, trinariciuto e legato ai poteri forti”  di Tommaso Rodano

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Papa e Mora: “Insieme per batterci contro la carcerazione preventiva”

next
Articolo Successivo

Finmeccanica, il governo tace. Eppure l’azienda è un intreccio di interessi politici

next