Salvo miracoli, il futurista chiude tra qualche giorno. Grazie a tutti”. Lo scrive Filippo Rossi su Facebook, giusto qualche ora fa. Quello che per qualche tempo è sembrato un rischio, ora pare si stia trasformando in certezza.

Il futurista, fondato da Filippo Rossi dopo l’esperienza esaltante di Ffwebmagazine, pare non riesca a sopravvivere. Spiace, e lo dico sinceramente, per una serie di motivi, alcuni oggettivi, altri personali.

Innanzitutto, quando chiude un giornale è sempre una brutta notizia, perché è una voce in meno in un panorama informativo che ha bisogno come l’aria di confronti tra opinioni diverse e indipendenti.

E mi spiace anche e soprattutto perché in Ffwebmagazine c’ero anche io, con un ruolo tutt’altro che marginale, e quindi so con quanta passione, a volte smodata e sanguigna, Filippo Rossi conduce le sue battaglie. Poi le nostre strade si erano divise e anche i rapporti personali sono andati deteriorandosi. Ciò non toglie, tuttavia, che in questo momento di difficoltà io senta la voglia e la necessità di dimostrare la massima solidarietà a Filippo Rossi e all’amico (nonché bravissimo giornalista) Federico Brusadelli.

Tante volte, in passato, abbiamo partecipato convintamente alle campagne di finanziamento del Manifesto, giornale di cui condividiamo poco o nulla, pur di permettergli di sopravvivere. Ora ce lo chiede il Futurista e dovremmo impegnarci affinché il sogno di Filippo Rossi, condivisibile o meno, possa continuare.

Basta un abbonamento per contribuire. Sarà la prima cosa che farò lunedì. Fatelo anche voi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

80 miliardi di bugie

next
Articolo Successivo

Siae al capolinea, intervenga il Governo

next