“I parlamentari sono degli straccioni. Io guadagno 700 mila euro l’anno, non posso rinunciare all’attuale reddito per andare a prendere quella straccia di indennità parlamentare. Non voglio campare, voglio vivere”. Lo dichiara Vittorio Feltri alla Zanzara, su Radio 24, a proposito delle voci che lo vedono pronto a scendere in campo in qualche lista civica di Berlusconi. “La gente ce l’ha con i parlamentari non perché guadagnano tanto, ma perché non combinano niente”. E precisa: “Non ho ricevuto alcuna richiesta da parte di Berlusconi. Non dico no in assoluto alla politica, ma prima – afferma – devo capire di che cosa si tratta, se la proposta mi garba la valuto”. “Sicuramente non voglio andare ai giardini pubblici a leggere i giornali, preferisco fare. E piuttosto che andare a casa, o spingere il carrello della spesa al supermercato su ordine di mia moglie, andrei persino a fare il parlamentare. Anche solo – continua – per pigiare i bottoni, pur di non tornare a casa”. Poi aggiunge: “I nipotini? Quelli non li voglio neanche vedere. Mi piacciono, ma li sopporto per solo 3-4 secondi. Piuttosto mi sparo”. Feltri conclude ironicamente: “Mi piacerebbe una dittatura con me al vertice. Sarebbe una dittatura molto illuminata. Potremmo fare qualcosa di buono, visto che i professori hanno solo aumentato il debito pubblico” di Gisella Ruccia

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Egitto, spot sulla tv di Stato: “Attenti i giornalisti stranieri sono spie”

prev
Articolo Successivo

Cameron, Murdoch e la Bestia famelica dei media

next