Un bimbo di un anno e mezzo, Luca Bocchi, è morto dopo essere scivolato in una vasca di liquami nell’azienda agricola di famiglia a Lendinara (Rovigo). Inutili i soccorsi, il piccolo è morto annegato. Sul posto i sono intervenuti i vigili del fuoco e un’ambulanza del 118. Sul caso indaga la magistratura di Rovigo per stabilire la dinamica di quanto avvenuto. 

I carabinieri stanno lavorando per capire le cause che hanno portato il piccolo a cadere nella vasca di liquami che si trova vicino alla stalla. Il bimbo, il terzo di quattro figli di una coppia di trentenni entrambi agricoltori, sarebbe sfuggito al controllo dei genitori. Questi appena si sono accorti che il piccolo mancava all’appello lo hanno cercato ed hanno fatto scattare l’allarme che ha fatto accorrere i sanitari, i carabinieri e i vigili del fuoco. La dinamica – secondo i militari dell’Arma – non è ancora chiara ma pare che i figli della coppia fossero lasciati girare per casa e nelle sue pertinenze con una certa libertà e che quindi l”incidente possa essere frutto di una tragica fatalità. Il corpo è stato messo a disposizione della magistratura che ha aperto un fascicolo ma non risulta che, al momento, vi siano indagati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il “cerchio magico” di Cl attorno al Papa. E Carron gli raccomandò Scola per Milano

next
Articolo Successivo

Immigrazione: il presidente Napolitano insiste: “Nati in Italia parte integrante”

next