La giunta per le immunità del Senato ha rimandato la decisione sull’arresto di Sergio De Gregorio, senatore del Pdl accusato di associazione a delinquere finalizzata al compimento dei reati di truffa, corruzione e bancarotta fraudolenta dalla Procura di Napoli, per il quale il Gip ha chiesto la misura dei domiciliari. La discussione è stata posticipata al prossimo 2 maggio quando i senatori, dopo aver ascoltato ieri De Gregorio, porranno le proprie domande all’indagato prima del voto di giunta, previsto l’8 maggio. “La Lega deciderà dopo aver esaminato le carte” dice all’uscita il senatore Roberto Mura mentre il presidente Marco Follini, Pd, chiarisce di aver affidato a Francesco Sanna del partito democratico la relazione dei lavori di giunta e che il rinvio di ieri è dovuto all’assenza di un senatore  di Nello Trocchia

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tanzi deve morire?

next
Articolo Successivo

Ruby, il peggio delle intercettazioni: “Silvio dice di fare la pazza. Avrò soldi e fama”

next