“Grazie a voi stasera il cambiamento è ormai partito e io dico che niente lo fermerà. Dipende ormai dal popolo francese”. Il candidato socialista Francois Hollande festeggia la vittoria al primo turno delle presidenziali francesi e si prepara a sfidare, al ballottaggio fra 15 giorni, il presidente uscente Nicolas Sarkozy.”Stasera io divento grazie al voto dei francesi il candidato di tutte le forze che vogliono chiudere una pagina e aprirne un’altra”.Sarkozy, però, non si sente finito e si prepara a 15 giorni di campagna elettorale serrata.”Le prossime due settimane devono permettere a ciascuno di fare una scelta in un clima di chiarezza”, ha dichiarato proponendo al suo sfidante tre dibattiti, richiesta immediatamente rifiutata da Hollande.”Io mi rivolgo a tutti i francesi che mettono l’amore della patria al di sopra di tutti gli interessi – ha concluso – particolari a unirsi fra di loro e a unirsi a me”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Francia, Le Pen la zarina dell’estrema destra

prev
Articolo Successivo

La Nord Corea come non l’avete mai vista

next