“No alla tesoreria unica”: è il testo dello striscione mostrato oggi dai senatori della Lega Nord nell’aula di Palazzo Madama dopo la fine delle le dichiarazioni di voto sul decreto liberalizzazioni. Non è stata l’unica forma di protesta degli esponenti del Carroccio, che subito dopo la chiama dei senatori hanno iniziato a urlare “libertà, libertà” ed hanno mostrato lo striscione incriminato. Immediata la reazione del presidente del Senato Renato Schifani, il quale ha richiamato all’ordine per almeno tre volte il senatore leghista Piergiorgio Stiffoni (“Togliete quell’orpello”) e poi lo ha espulso dall’aula.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

La cultura di Matteo Renzi

prev
Articolo Successivo

Liberalizzazioni, il dl passa al Senato con 237 voti. I “no” alla fiducia sono 33

next