Nel Ponente ligure i voti “dei calabresi” contano, i politici li vanno a cercare, ma alla fine si scottano. “A loro si sono rivolti tutti i candidati a tutte le elezioni”, conferma Alessio Saso, consigliere regionale Pdl eletto nel 2010 nella circoscrizione di Imperia. Saso è attualmente indagato per promesse elettorali in una delle inchieste che hanno portato allo scioglimento di Ventimiglia, 11 mesi dopo che la stessa sorte era toccata alla vicina Bordighera. Una doppietta senza precedenti nel Nord Italia. Così come è senza precedenti, neanche nelle regioni del Nord, teatro delle ultime inchieste di ‘ndrangheta, il livello di condizionamento delle cosche sulla politica. “I voti si vanno a cercare da tutti”, conferma Vincenzo Moio, ex vicesindaco per il Pdl della città di frontiera accusato di associazione mafiosa nell’ambito dell’inchiesta Maglio 3 di Lorenzo Galeazzi e Mario Portanova

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

#OccupyVillaLusi La protesta arriva a Genzano

prev
Articolo Successivo

“Senza documenti non possiamo fare nulla”

next