Carmela è un’operaia carrellista in cassa integrazione dal 2007. Iscritta alla Fiom, racconta la sua esperienza allo stabilimento Fiat di Pomigliano d’Arco. Si era rivolta all’assistente sociale dell’azienda per problemi economici, ma di fronte alla notizia che Carmela era iscritta alla Fiom, si sentì dire: “Signora, questo cambia tutto. Non lo sa che questo fatto non l’aiuta”. Di fronte alle telecamere del fattoquotidiano.it Carmela denuncia la sua situazione e dice: “Stanno impedendo ai miei figli di avere un futuro”. Una testimonianza che si va ad aggiungere a quelle raccolte dal sindacato dei metalmeccanici della Cgil nel dossier “La Fiat e i diritti dei lavoratori: ritornano i fantasmi del passato”. Dodici pagine in cui le tute blu, tutte coperte da anonimato, denunciano l’ “atteggiamento discriminatorio” che la dirigenza di Fiat porterebbe avanti nei loro confronti di Andrea Postiglione

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sostiene Loretta: “La Tobin Tax non basta”

next
Articolo Successivo

Da Minzo a Fiumicino

next