“Spero che quest’autostrada vi porti soltanto cose buone”, diceva Silvio Berlusconi durante all’inaugurazione dell’autostrada Messina – Palermo. Parole sicuramente pronunciate in buona fede che però oggi suonano quasi come una iattura. Sì, perché durante l’ondata di maltempo che ha investito la Sicilia, l’opera che collega le due città si è trasformata in una specie di tappo bloccando il normale deflusso dell’acqua piovana. Ed ecco che all’altezza di Milazzo sulla corsia in direzione di Messina si apre una voragine e un intero quartiere viene sommerso da un mix di acqua e fango: autovetture distrutte, strade sottosopra e abitazioni allagate. “Quando non c’era l’autostrada, l’acqua scendeva dritta”, dicono gli alluvionati al fattoquotidiano.it  di Antonio Condorelli

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Follini: “Finmeccanica? Non me ne sono mai occupato”

next
Articolo Successivo

Immigrati, La Russa: “Monti rischia molto”

next