“Il Presidente Napolitano avrebbe fatto bene a stare zitto. Non spetta al Capo dello Stato, che qui in Italia ha già enormi poteri, decidere e intromettersi nelle cose che competono al Governo”. Lo ha detto alla Zanzara su Radio 24 l’ex sottosegretario Carlo Giovanardi. “Sono angosciato perchè in tutti i paesi del mondo c’è un sistema per cui chi va a governare governa. Qui invece l’aspirazione ormai non è quella di diventare presidente del consiglio, ma presidente della Repubblica perché, diversamente dalla regine, dai capi di stato che non contano assolutamente niente, in Italia il presidente della repubblica è diventato un ruolo non soltanto di notaio, ma anche di politico. In quale paese un capo dello stato decide qual è la cittadinanza o no o si intromette in questioni che sono del Parlamento e del governo? Se io oggi critico quello che ha detto il capo dello stato, mi fanno tacere subito dicendo che il capo dello stato è un arbitro, non è criticabile, perchè non è parte del gioco politico. Negli USA invece Obama può essere criticato. Napolitano non doveva intervenire perchè non è nel suo ruolo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Lunga notte di Saponara

next
Articolo Successivo

Mediaset, il nuovo governo non fa paura

next