Il vergognoso silenzio della Chiesa sulle gesta sacrileghe dell’Unto del Signore nel corso delle serate bunga bunga si aggiunge a tutti gli altri silenzi.
E vissero senz’Ici e contenti…

Benedetto, benedette quelle tette…

Va’ a capirli questi preti,
sempre pronti coi divieti:
non far questo, non far quello,
non usar male il pisello,

non rubar, non far spergiuri,
non commettere atti impuri,
non voler la donna altrui…
Ma non dicon nulla a Lui!

Questo esimio Cavaliere
fa alla grande il puttaniere.
Ha due volte divorziato
e si è poi comunicato

come un baciapile pio.
Bestemmiò il nome di Dio.
Pagò minorenni amori.
Fu il campion dei corruttori.

Copulò come un emiro.
Prese tutti quanti in giro
quando con i farisei
inneggiò al Family day.

Trafficò nomine e affari.
Ebbe i più loschi compari.
Eroe definì un mafioso
poiché fu muto omertoso.

Si può dir che il farabutto
nel far mal fece di tutto,
ma la Chiesa sempre pronta
a far quella che si adonta,

ficcanaso indisponente,
con lui fu sempre silente.
Ricordate il crocifisso?
Deve ovunque essere affisso:

nella scuola, in tribunale,
in caserma, all’ospedale,
in comune, alla regione.
Simbol di una religione

che va ben per chi ci crede,
viene imposto ai senza fede,
a chi a un altro Dio si affida,
a chi del Papa diffida.

Non si scherza con la croce,
pena una condanna atroce.
Ma non val per Berlusconi.
Bunga bunga coi lenoni

e le gnocche da lenzuol…
Fra di loro c’è Nicole,
con un abito da suora:
toglie un capo, un altro ancora

e riman come fu fatta.
Entusiasta Silvio scatta
e, impugnando un crocifisso,
piomba in un blasfemo abisso:

glielo passa fra le tette,
fra le cosce poi lo mette
e sul capo dell’amica:
Che il Signor ti benedica!

Dopo tanta oscenità
Madre Chiesa cosa fa?
Sia Bertone che Bagnasco
che, vestito di damasco,

chi si trova a fare il Papa
taccion mentre il boss s’arrapa,
commettendo sacrilegi.
Tanti sono i privilegi

con i qual li fa felici:
primo, l’esenzion dall’Ici,
poi i quattrini alle private,
poi lo Ior che fa porcate

riciclando in esclusiva,
poi il morir che non arriva
grazie a leggi vergognose.
Rinunciare a queste cose

per difendere la croce?
Un error sarebbe, e atroce!
Il fedel spera in Gesù
che scendendo di lassù

cacci via questi mercanti
catene flagellanti.
Chi non crede, in Chronos spera:
passerà questa bufera

e nel cielo ormai sereno
splenderà l’arcobaleno,
senza Benedetto Papa,
senza il duce che si arrapa.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Matrix, da domenica niente sarà più come prima

next
Articolo Successivo

Racco.co.comandati

next