Nuovo record per il debito pubblico italiano. A luglio scorso, rileva Bankitalia, il valore del debito delle amministrazioni pubbliche ha toccato un nuovo massimo storico a 1.911,807 miliardi di euro. Oltre dieci miliardi in più rispetto a giugno quando per la prima volta aveva superato quota  1.900 miliardi.

E’ quanto risulta dal Supplemento al Bollettino statistico della Banca d’Italia dedicato alla finanza pubblica. Da precisare che con questo dato Bankitalia misura lo stock di debito e non il suo rapporto con il Pil; è quest’ultimo invece il parametro di riferimento per il Patto di stabilità europeo.

Sempre nel documento di via Nazionale ci sono anche i dati relativi alle entrate tributarie: nel 2011 sono state pari a 214,130 miliardi di euro, in crescita dell’1,7 per cento rispetto al corrispondente periodo del 2010.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il libro nero dell’alta velocità
In anteprima su ilfattoquotidiano.it

next
Articolo Successivo

Il libro nero della Tav di Ivan Cicconi
Capitolo 2: Luigi Preti e la grande truffa

next