Si sono contati e si sono lasciati contare. E il risultato è stato galvanizzante. Il movimento degli indignados passa l’esame della piazza a pieni voti. Tanto che è già pronto a rilanciare con una decina di carovane che a piedi si incammineranno da diverse città spagnole, per arrivare a luglio fino a Madrid. Il passo del movimneto 15-M è stato segnato domenica 19 giugno. Oltre una cinquantina di città spagnole sono state invase da migliaia di manifestanti per chiedere Democracia Real Ya. Un test non facile, dopo che il movimento aveva lasciato le occupazioni e scelto di intensificare il lavoro sul terreno direttamente nei barrios. Anche il timore di esplosioni di violenza sono state scongiurate. Il 15-M ha dimostrato con gioia festosa, la volontà di contrastare un sistema che esclude i cittadini. A partire dal Patto dell’Euro, in agenda al Parlamento Europeo. di Cristina Artoni/montaggio e immagini Marta Pujol

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ambiente, la lotta contro l’inceneritore di Albano laziale

next
Articolo Successivo

Maratona per liberare la Rai dai partiti: “A rischio Presadiretta”

next