“Arrivano il martedì mattina, e all’ora di pranzo del mercoledì farfugliano qualcosa tipo che non si vota e che la loro presenza a Roma è superflua. E spariscono fino al martedì successivo…” Il mio amico lavora in un albergo nei pressi di Montecitorio e mi racconta questo dei parlamentari fuori sede.

Il peone, pagato con i nostri soldi, tornerà nella capitale sei giorni dopo… Siamo di fronte ad un auto aventinismo di ritorno? Siamo scivolati fuori dalla democrazia parlamentare e non ci hanno avvertito?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

150 anni Unità d’Italia, Borghezio: “Inno sfigatello. Facciamo come in Belgio”

next
Articolo Successivo

Viva l’Italia! Nonostante tutto

next