Esce oggi nelle sale il nuovo film di Giulio Manfredonia con Antonio Albanese che porta sul grande schermo la maschera di Cetto La Qualunque col suo “Cchiù pilu pe’ tutti”. “Cetto è un moderato – spiega Albanese – la politica italiana lo ha superato ampiamente”. Il film racconta la roccambolesca campagna elettorale di un politico impegnato a lottare contro la legalità che minaccia i suoi interessi. E il suo slogan “basta con la giustizia!” strizza l’occhio alle reazioni del nostro premier. “Non è un film su Berlusconi – assicura il regista Giulio Manfredonia – ma è arrivato il momento di seppellirli con una risata”. Inserito nella sezione ‘panorama’, ‘Qualunquemente’ parteciperà all’edizione 2011 del Festival di Berlino. “Ma attenzione – avverte Albanese – di pilu si può morire”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Il popolo indignato

next
Articolo Successivo

“Sono io il testimone chiave dell’inchiesta”

next