/ / di

Pia Locatelli Pia Locatelli

Pia Locatelli

Presidente del Comitato Diritti umani della Camera dei deputati

Sono da sempre interessata alla politica internazionale e ai movimenti femminili nel mondo. In questo campo, sono stata osservatrice internazionale prima in Cile per lo svolgimento del plebiscito su Pinochet e per le successive prime elezioni democratiche, in seguito in Sudafrica per le prime elezioni del dopo apartheid, in cui è stato eletto presidente Nelson Mandela, e per le elezioni del Parlamento serbo.

Dopo la guerra dei Balcani, sono entrata nell’Ufficio di presidenza della Gender task force del Primo tavolo della democratizzazione e dei diritti umani per il Patto di Stabilità per i Balcani; in questo ruolo mi sono impegnata per la formazione politica delle donne e ho continuato a svolgere un’azione di convincimento su numerosi leader di vari Paesi dell’area per favorire la presenza delle donne nelle istituzioni.

Dal 1996 partecipo alla sessione annuale, che si tiene a New York, della Commissione delle Nazioni Unite sulla condizione delle donne. Dal 1997 al 2003 ho fatto parte della Commissione Nazionale di Parità e delle Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio, con l’incarico delle relazioni internazionali. Nel 2010 ho presieduto il gruppo di lavoro per la “Predisposizione della proposta italiana per il prossimo 8° Programma Quadro europeo in un’ottica di genere” del Tavolo di Concertazione istituito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio per assicurare l’attuazione di politiche di pari opportunità a tutti i livelli della scienza, della tecnologia e della ricerca scientifica. Sono stata nominata presidente del Comitato Diritti umani della Camera dei Deputati.

www.pialocatelli.it

www.youtube.com/user/pialocatelli

Blog di Pia Locatelli

Donne - 1 giugno 2016

Femminicidio, un decalogo per le ragazze contro gli amori malati

La crudeltà del femminicidio di Sara Di Pietrantonio e i dati diffusi da Telefono Rosa, che parlano di 155 donne uccise da gennaio 2015, devono spingerci a fare qualcosa di immediato e concreto. Naturalmente la piena applicazione della convenzione di Istanbul, così come l’attuazione del Piano antiviolenza sono importanti, ma dobbiamo pensare anche a qualcosa […]
Diritti - 5 dicembre 2015

Unioni civili, l’utero in affitto non c’entra nulla

Le polemiche sollevate dall’appello di Snoq Libere sull’utero in affitto hanno, inevitabilmente, come conseguenza quella di ritardare l’approvazione della legge sulle unioni civili e di fare un gran favore a chi vorrebbe riscriverla eliminando la parte che riguarda la stepchild adoption o addirittura di impedirne l’approvazione. Una legge che aspettiamo da anni, sulla quale siamo […]
Donne di Fatto - 3 novembre 2015

Aborti in calo, obiettori in aumento

I dati resi noti dalla consueta relazione annuale trasmessa al Parlamento sull’attuazione della legge 194, non possono che farci piacere. Per la prima volta le interruzioni volontarie di gravidanza sono state meno di 100.000, a dimostrazione che la legge approvata nel 1978 è stata una buona legge. Numeri che dovrebbero far riflettere quanti ancora oggi […]
Donne di Fatto - 7 maggio 2015

Donne: finalmente il Piano antiviolenza ma è stato un errore tagliare fuori le associazioni

Dopo un anno e mezzo dall’approvazione della legge sul femminicidio abbiamo finalmente il Piano antiviolenza. Frutto di un lavoro lunghissimo che ha coinvolto vari Ministeri, dagli Interni, alla Salute, all’Istruzione, e che accoglie nella sua impostazione le linee guida della Convenzione di Istanbul. Un piano senza dubbio condivisibile nelle premesse, con alcune felici intuizioni come […]
Società - 9 aprile 2015

Prostituzione, la Merlin è ancora una buona legge

L’intento è sicuramente lodevole: lotta alla tratta e alla schiavitù, riconoscimento dei diritti dei e delle sex workers, sulla scia di quanto avviene in Olanda o in Germania, creazione di alcune aree nelle città dove è possibile esercitare la prostituzione. Questo il senso del manifesto bipartisan presentato ieri alla Camera e sostenuto da un vasto […]
Mondo - 28 gennaio 2015

Egitto, Shaimaa uccisa per la libertà. Appello dei parlamentari ad Al-Sisi: ‘Faccia chiarezza’

Si chiamava Shaimaa El-Sabag el-Sabbagh. Era una giovane attivista del partito “Alleanza Popolare Socialista” egiziano, una poetessa che credeva nei valori della libertà e dello Stato laico, nelle azioni pacifiche a sostegno dei suoi convincimenti. Il 24 gennaio era scesa in piazza Tahrir al Cairo, con il marito e alcune decine di militanti, in una […]
Donne di Fatto - 28 novembre 2014

Legge 194, sì all’obiezione ma il servizio va garantito. Il caso dell’Umberto I di Roma

La legge 194 è chiara sì all’obiezione di coscienza personale, ma il servizio di interruzione di gravidanza deve essere comunque garantito dalla struttura. Questo purtroppo spesso non avviene. L’ultimo caso si è verificato al Policlinico Umberto I di Roma dove, a partire dal 17 novembre, è stato chiuso il reparto per l’interruzione volontaria di gravidanza, […]
Donne di Fatto - 29 settembre 2014

Violenza sulle donne: uno stupro non può mai avere attenuanti

Stupro Ho voluto attendere qualche giorno prima di intervenire sulla sentenza della Cassazione che non esclude la possibilità di applicare l’attenuante di minore gravità ad un marito che ha più volte stuprato la consorte. Ho cercato di far passare la rabbia del momento e di ragionare a freddo prima di commentare una notizia che arriva a […]
Diritti - 4 settembre 2014

Fecondazione eterologa, indietro non si torna

E’ senza dubbio un ottimo lavoro quello svolto dalla Conferenza delle Regioni che ha approvato all’unanimità un documento che stabilisce le linee guida sulla fecondazione eterologa, mettendo fine al travaglio di tante coppie costrette a recarsi all’estero per diventare genitori e bloccando sul nascere la diversità di trattamento sul territorio nazionale che si sarebbe verificato […]
Diritti - 11 giugno 2014

Fecondazione eterologa, bocciata la legge 40 non servono nuove norme

Ci sono voluti dieci anni. Dieci anni di ricorsi ai tribunali, di sentenze della magistratura, di bocciature e di riscritture da parte della Consulta, fino all’ultima sentenza, le cui motivazioni sono state rese note martedì sera, che dichiara incostituzionale il divieto di fecondazione eterologa e di fatto smantella l’ultimo pezzo rimasto in piedi della legge […]
Femminicidio: non si risolve con la rieducazione del maschio
Femminicidio: il 2 giugno per le donne non bandiere tricolore ma drappi rossi

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×