/ / di

Alberto Bagnai Alberto Bagnai

Alberto Bagnai

Professore associato di Politica economica, Facoltà di Economia, Uni. G.D’Annunzio, Pescara

Sono entrato in ruolo nell’università italiana nel 1996, e dal 2005 insegno Politica economica presso l’Università Gabriele d’Annunzio di Pescara. Collaboro con il Centro di ricerca in economia applicata alla globalizzazione dell’Università di Rouen (Francia) e con l’International Network For EconomicResearch di Bonn (Germania). Nella mia attività di ricerca mi sono occupato soprattutto di problemi di sostenibilità del debito pubblico ed estero, di economia europea e di economie emergenti, e delle relazioni fra commercio e crescita, scrivendo saggi su riviste e volumi specialistici per lo più all’estero. Da quando i miei temi di ricerca sono (purtroppo) diventati di attualità ho affiancato all’attività di ricerca all’estero quella di divulgazione in Italia, prima collaborando con testate quali lavoce, e poi “mettendomi in proprio” su goofynomics.In Italia ho pubblicato nel 2010 per Franco Angeli La crescita della Cina (con C.A. MongeauOspina), nel 2012 per Imprimatur Il tramonto dell’euro (insignito del Premio del Club Canova di Letteratura Economica e Finanziaria), e nel 2014 per il Saggiatore L’Italia può farcela.

Blog di Alberto Bagnai

Zonaeuro - 24 giugno 2013

Quelli che ‘in Brasile l’inflazione è al 90%’

Incalzate dalla violenza dei fatti, dalle analisi dei massimi economisti, dalle ammissioni dei loro leader, dalla crescente consapevolezza dei cittadini, le milizie del PUDE (Partito Unico Dell’Euro) sono allo sbando. I peones, privi dei propri generali (che da tempo si sono messi al vento, sapendo benissimo come sarebbe andata a finire), tentano disperate sortite dalle […]
Zonaeuro - 20 maggio 2013

Eurozona, quelli che “la benzina aumenterà settanta volte sette…”

Tira una brutta aria nelle roccaforti del Pude (Partito Unico Dell’Euro), aria di imminente smobilitazione. Le crepe nel muro di gomma sono sempre più evidenti, il dibattito è aperto perfino nel paese che, per i più ingenui, avrebbe meno interesse ad aprirlo (la Germania), l’opposizione all’Eurss si fa, da scientifica, politica, e in paesi più […]
Economia & Lobby - 13 maggio 2013

Speculazione finanziaria: quelli che “è brutta e cattiva”

Quando le cose vanno male, un colpevole bisogna trovarlo. Sì, lo so, mi direte voi, la realtà è complessa, le cause sono molteplici. Ma volete mettere quanto fa comodo dare la colpa a una sola persona, soprattutto se esercita un mestiere che nell’immaginazione collettiva è soggetto a un marchio d’infamia! Ci si mette così l’animo […]
Economia & Lobby - 17 febbraio 2013

Dr Manasse and Mr Monty, ovvero “quelli che ce l’hanno lungo” (il cv)

Vi ricordate l’Inferno di Dante? All’entrata del secondo cerchio, Minosse giudica i peccatori e li smista fra i vari gironi. “Giudica e manda secondo ch’avvinghia”, dice il poeta: il numero di spire della propria coda nelle quali il mostro si avvolge, è quello del girone che accoglierà l’anima prava. Da qualche giorno, la commedia della […]
Zonaeuro - 4 dicembre 2012

Quelli che “ci vuole credibilità per attirare i capitali esteri…”

(Chiedo scusa se vi ho trascurato, so che avete sentito la mia mancanza – soprattutto i moderatori! – ma come sapete ho avuto di peggio da fare). Il mondo ideale del luogocomunista è un mondo austero, popolato da virili lavoratori a torso nudo, dal bicipite tornito e dalla mascella squadrata (come in un affresco littorio […]
Zonaeuro - 10 settembre 2012

Quelli che: “nel 1992 i tassi schizzarono alle stelle…”

Il terrorismo luogocomunista è indubbiamente subdolo. Ricordate quelli che “faremo la spesa con la carriola di monetine”? Argomenti insulsi, certo, ma di grande impatto emotivo, soprattutto sulle fasce più deboli. Altrettanto impatto hanno le leggende metropolitane. La più strampalata fra quelle oggi in circolazione racconta che l’uscita dal Sistema Monetario Europeo (Sme) nel settembre del […]
Economia & Lobby - 3 settembre 2012

Quelli che…abbiamo sprecato il dividendo dell’euro

Le ideologie hanno metodi molto efficaci per rafforzare il consenso: del terrore abbiamo già parlato, oggi parliamo del senso di colpa. Sì, perché non c’è ingiustizia, non c’è assurdità, non c’è palese violazione del buon senso che un popolo non possa accettare, purché tu lo convinca che la colpa è sua. E il metodo è […]
Economia & Lobby - 15 agosto 2012

Quelli che: “faremo la spesa con la carriola”

Come ogni ideologia, anche il luogocomunismo rinsalda il consenso col terrore. Che qualcosa suoni falso, nei grandi proclami ideologici, nel grande sogno europeo, i meno sprovveduti lo intuiscono presto. Basta leggere sul Sole 24 Ore le lucide parole di Da Rold: per un paese dell’eurozona, in caso di crisi “non ci sono alternative: o si […]
Economia & Lobby - 3 agosto 2012

Quelli che… la colpa è del debito pubblico

Come ogni ideologia, anche il luogocomunismo costruisce il consenso attorno alla figura di un nemico ideologico. I nemici dei fascisti erano i comunisti, e quelli dei comunisti, in bella simmetria, i fascisti. E i luogocomunisti? Il loro nemico è lo Stato, ma siccome detta così suona male, preferiscono dirla in un altro modo: “la casta, […]
Economia & Lobby - 26 luglio 2012

Quelli che: “abbiamo vissuto al di sopra dei nostri mezzi”

Uno spettro si aggira per l’Italia: lo spettro del luogocomunismo. Sapete quelli che “abbiamovissutoaldisopradeinostrimezzi”? Le grandi frasi che non dicono nulla (direbbe Flaiano), ma dicono molto su chi le pronuncia (aggiungo sommessamente io). Sono quelli che dalle colonne dell’informazione di regime ci accusano di avere “nostalgia della lira” (Gramellini, caro, lo so che i capelli […]
Disoccupazione giovanile, ma quale garanzia?
Merkel: “Aiuti Ue solo a chi fa i compiti”. Intanto lo spread supera quota 300

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×