Oltre 37mila interventi nei primi cinque mesi dell’anno. Sono alcuni dei dati diffusi dalla Guardia di Finanza della Lombardia in occasione del 243esimo anniversario della fondazione del corpo.  Contro l’evasione e le frodi fiscali, anche di tipo organizzato, sono state concluse 632 indagini, a cui si sommano 3.103 fra verifiche, controlli ed altri interventi a tutela degli interessi erariali comunitari, nazionali e locali. Sono state denunciate 637 persone, di cui 13 arrestate, per reati fiscali come la presentazione di dichiarazione fraudolenta e infedele, l’omessa dichiarazione dei redditi o l’emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Sono state individuate 93 frodi dell’Iva, 47 casi di evasione internazionale, 8 casi di evasione immobiliare e 323 evasori totali. Inoltre 163 datori di lavoro sono risultati aver impiegato 293 lavoratori “in nero” e 193 lavoratori irregolari. Sono state sequestrate disponibilità patrimoniali e finanziarie, per il recupero delle imposte evase nei riguardi di responsabili di frodi fiscali per oltre 39,7 milioni di euro ed avanzate proposte di sequestro per 243 milioni. Su 30 interventi effettuati in sale giochi e centri scommesse sono state riscontrate irregolarità nel 53% dei casi.

Nell’ambito del contrasto alle truffe sui fondi pubblici e all’illegalità nella Pubblica Amministrazione sono stati scoperti casi di illegittima percezione o richiesta di finanziamenti pubblici, comunitari e nazionali, per 1,2 milioni di euro, con la denuncia di 12 soggetti. Sono state individuate truffe nel settore previdenziale e al sistema sanitario per circa 560 mila euro, con la denuncia di 239 soggetti. Nell’ambito di 25 accertamenti svolti su delega della Corte dei Conti, sono stati segnalati sprechi o irregolari gestioni di fondi pubblici che hanno causato danni patrimoniali allo Stato per oltre 28 milioni di euro e segnalato alla magistratura contabile 28 soggetti per ipotesi di responsabilità erariale.

Nel contrasto alla criminalità organizzata sono stati svolti 61 accertamenti economico-patrimoniali, nei confronti di soggetti contemplati dalla normativa antimafia che hanno riguardato complessivamente 211 persone fisiche e 23 società. Sono stati eseguiti provvedimenti di sequestro ai sensi della normativa antimafia per un valore complessivo di circa 29 milioni di euro e confische per oltre 17 milioni. Nelle indagini svolte nei settori dei reati societari, fallimentari, bancari, finanziari e di borsa sono stati denunciati 198 soggetti, di cui 19 tratti in arresto, nonché sequestrati 81 milioni di euro ai responsabili di distrazioni patrimoniali in danno di società fallite. Nell’attività di contrastato ai traffici illeciti sono stati sequestrati 2mila chilogrammi di droga a carico di 389 soggetti denunciati, di cui 126 arrestati. Infine sono stati eseguiti 314 interventi e denunciate 317 persone, per reati di contraffazione. Oltre 1,7 milioni di prodotti illegali sono stati sequestrati, perché contraffatti, piratati, pericolosi o recanti falsa o fallace indicazione di origine o provenienza.