Un F-16 della Nato ha tentato di avvicinare l’aereo sui cui volava il ministro della Difesa russo Serghei Shoigu nei cieli sovrastanti le acque neutrali del Mar Baltico. Lo riporta Ria Novosti. Ma un caccia russo Su-27 si è interposto fra l’aereo su cui volava il ministro e il jet della Nato. Shoigu era diretto a Kaliningrad, l’enclave russa, ed era accompagnato da una scorta di Su-27. Il caccia russo si è frapposto tra i due velivoli e ha “mostrato gli armamenti” e a quel punto il jet Nato si è ritirato.

La Russia ha detto di aver perfezionato i suoi sistemi di difesa sul fronte occidentale in risposta all’incidente avvenuto sul mar Baltico. Lo stesso ministro ha dichiarato, secondo le agenzie di stampa russe, di considerare i movimenti di militari Nato lungo i confini della Russia come prova della posizione anti-russa dell’Alleanza atlantica.