“La nostra presenza per questo convegno in Vaticano? Ci sono tante sensibilità con cui si può lavorare insieme, senza però definire la Chiesa un partito. Sembra sempre che noi ci stiamo affiliando un partito…”. Così ha replicato Luigi Di Maio a margine del forum “Laudato sì: la sostenibilità tra comunicazione e innovazione”. Per poi aggiungere: “L’idea di uno Stato Vaticano Co2free a noi interessava molto”, ha concluso il vicepresidente della Camera. Il Movimento 5 stelle continua così le manovre di accreditamento con gli ambienti vicino alla Chiesa, ma anche con imprenditori e rappresentanti istituzionali. All’incontro i grillini hanno mandato Di Maio, ma anche il deputato Riccardo Fraccaro. Sul palco hanno preso la parola, tra gli altri: il Direttore Innovazione e Sostenibilità di Enel Ernesto Ciorra, i ministri ai Trasporti Graziano Delrio e all’Ambiente Gian Luca Galletti, l’amministratore delegato General Motors Global Propulsion System-Torino Pierpaolo Antonioli e l’amministratore delegato Acea spa Antonio Donnarumma.