Reddito di cittadinanza? E’ un meccanismo che devasta l’Art.1 della Costituzione e l’idea di lavoro che vi è contenuta”. Sono le parole del segretario Pd, Matteo Renzi, nel corso del suo intervento alla scuola politica del partito dem a Milano. “Oggi c’è una marcia che viene definita ‘francescana‘ sul reddito di cittadinanza. Bisognerebbe trovare le coperture, perché al momento quello che il M5S ha proposto funziona solo in Alaska. Se vuole fare a cambio, il M5S può andare in Alaska. Quelli del M5S fanno prima a sperimentarlo andando loro stessi in Alaska che non importando quel modello, specie se guardo le coperture che loro hanno individuato. Ed è un argomento che noi del Pd non stiamo sufficientemente valorizzando sulla rete. C’è un nuovo attivismo digitale che dovremmo avere”. E continua: “Noi siamo per il lavoro di cittadinanza, non per il reddito, siamo per il lavoro e non per l’assistenzialismo. Il lavoro nella visione dei nostri costituenti non è soltanto un modo per prendere uno stipendio, ma è dignità, è il punto di sintesi tra culture diverse”