“Le dichiarazioni del ministro della Giustizia Andrea Orlando sul lavoro del procuratore di Catania sono vergognose. Noi, da stamattina, siamo a lavoro per una modifica alle leggi italiane per usare le intercettazioni in modo da poter aprire il processo”. Così il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, a margine di un convegno del Movimento 5 stelle sui modelli di sviluppo economico, torna sulla vicenda delle Ong e dei migranti. “A me sembra che le dichiarazioni del procuratore di Catania lancino un allarme gravissimo“, sottolinea Di Maio rivolgendo un appello alle politiche, “maggioranza e governo compresi”, per sostenere la proposta di modifica legislativa: “Noi comunque – dice – andremo fino in fondo anche a livello europeo”. Un invito rivolto tra l’altro alle stesse Ong: “Quelle che non sono coinvolte – conclude l’esponente 5stelle – ci diano una mano per fare chiarezza”