L’ex assessore e attuale consigliere regionale del Friuli Venezia Giulia Elio De Anna (Fi) è stato prosciolto dal reato di peculato, falso e truffa, in un’indagine della Procura di Trieste per un presunto utilizzo irregolare delle automobili di servizio. La decisione, secondo i quotidiani locali, è stata presa dal gip su richiesta della Procura della repubblica giuliana, che non ha ravvisato nei comportamenti di De Anna la volontà deliberata di fare uso personale delle auto blu all’epoca del suo incarico.

Resta invece indagato, per le stesse ipotesi di reato, l’assessore in carica della Giunta di centrosinistra, Paolo Panontin, della lista dei ‘Cittadini’, e l’autista dei due politici. Per entrambi sono in corso ulteriori accertamenti. Prosciolta infine la segretaria di Panontin, anch’essa coinvolta nell’indagine, scaturita da accertamenti sui fogli di viaggio delle vetture utilizzate dai due amministratori, nei quali figurerebbero chilometri percorsi indebitamente.