Discussione negli studi di DiMartedì, su La7, tra l’ex presidente dell’Anm Pier Camillo Davigo e il direttore dell’Unità Mario Lavia. “Quando parla di abuso della custodia cautelare – dice Davigo – lei non sa di cosa parla. Sulla corruzione non ho motivo di ritenere che sia cambiato qualcosa in un sistema che si ruba ininterrottamente da 45 anni. Che cosa si dovrebbe fare?. “Bisognerebbe fare le indagini – replica Lavia che aggiunge – non bisognerebbe tenere la gente in galera” . Parole alle quali Davigo risponde così: “Le facciamo le indagini, fino a quando non ci cambiano le leggi in corso. Vergogna. Il centrodestra le ha fatte ma non hanno funzionato, mentre il centrosinistra le ha fatte mirate creando problemi seri, come per i fondi neri. Vergogna un’altra volta.”