Incidente sul lavoro questa mattina a Moncalieri, in provincia di Torino, dove sono rimasti gravemente intossicati due uomini, uno in fin di vita. Entrambi lavorano per un’azienda che si occupa di zincature e specializzata in trattamenti di metalli: stavano operando intorno alle 9 all’interno di una cisterna e si sono sentiti male a causa dell’acido cloridrico rimasto nella struttura. Subito soccorsi e rianimati dal 118, sono in prognosi riservata. Uno di loro, Fabrizio Di Costa, è il responsabile dello stabilimento Zinco Plating, di via Vittime del Vajont 19, ed è ricoverato dopo un arresto cardiaco all’ospedale Santa Croce di Moncalieri: ha 45 anni ed è intervenuto per soccorrere un operaio di 53 anni. Quest’ultimo, Riccardo Pergola, si è sentito male mentre era impegnato nella pulitura della vasca: si trova intubato in gravissime condizioni all’ospedale Cto di Torino.

Nella cisterna avrebbe dovuto esserci solo acqua, ma evidentemente così non è stato: i carabinieri stanno indagando su cosa è realmente accaduto, con l’ausilio dei vigili del fuoco. L’operaio, infatti, si è sentito male ed è svenuto. E’ stato a quel punto – secondo una prima ricostruzione – che l’amministratore dello stabilimento e responsabile della sicurezza è intervenuto per aiutare il collega ed è a sua volta rimasto intossicato. L’incidente, come detto, è avvenuto alla Zinco Plating, che sorge su un’area di 7mila metri quadrati e dà lavoro da una trentina di addetti. La Fiom-Cgil ha espresso “solidarietà” e “vicinanza” alle persone coinvolte nell’incidente e “rimane in attesa dell’indagine della magistratura per l’accertamento delle responsabilità”.

“Mio marito ha sempre lavorato in sicurezza. Nessun responsabile gli ha mai messo fretta o gli ha intimato di non prendere le dovute precauzioni”. Così la moglie dell’operaio, in prognosi riservata, nella sala d’aspetto dell’ospedale Cto. “Mio marito – ha aggiunto la donna – lavora allo Zinco Plating di Moncalieri da 15 anni. È un operaio specializzato che svolge le sue mansioni con precisione e con passione. Per lui il lavoro è tutto”.