Per la prima volta dall’insediamento della sindaca Chiara Appendino, i sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil sono scesi in piazza di fronte al Comune di Torino per protestare contro le manovre di bilancio della giunta: “Il bilancio prevede dei tagli pesanti a cultura, turismo e welfare – racconta la segretaria territoriale della Cgil di Torino Enrica Valfrè – a causa di questi tagli 50mila famiglie perderanno il diritto alle agevolazioni sulla tassa dei rifiuti”. Tra le duecento persone che si sono radunate di fronte al palazzo civico c’era anche chi ha votato la sindaca: “Ha raccolto i voti nelle periferie, ma a oggi non ha mantenuto le promesse fatte”.