Due sci-alpinisti sono morti travolti dalla valanga che si è staccata in tarda mattinata in Alta Val Malenco, nell’area del massiccio del Bernina, il più alto in Lombardia, a oltre 3 mila metri di quota. Lo conferma un portavoce del Soccorso Alpino della VII Delegazione di Valtellina e Valchiavenna. La slavina si è staccata attorno alle 12.15 di oggi a quota 3mila metri nel vallone dello Scerscen. Sul posto sono intervenuti gli uomini del Soccorso alpino di Valtellina e Valchiavenna, ma per i due sciatori non c’è stato niente da fare. I soccorritori hanno constatato il decesso della prima vittima della valanga, e poco dopo hanno individuato e recuperato anche la seconda salma.

E’ illeso invece il terzo sciatore, che è stato recuperato dai soccorritori prima che si staccassero altre slavine. Le indagini sulla tragedia, in una giornata di sole e forte rialzo delle temperature, sono coordinate dal magistrato Elvira Antonelli della Procura di Sondrio. Nelle operazioni di ricerca dei 3 alpinisti inizialmente dati per dispersi hanno preso parte anche militari del Sagf della Guardia di Finanza di Sondrio, oltre a due elicotteri, uno dei quali dei Vigili del fuoco decollato dalla base di Malpensa.