Aggressione a colpi di accetta all’interno della stazione centrale di Düsseldorf, in Germania. L’autore dell’attacco è stato subito arrestato, ancora non si conosce la sua identità. I feriti al momento sarebbero almeno cinque, tra cui una ragazzina di 13 anni, come ha spiegato il portavoce della polizia tedesca Rainer Kerstiens. Una delle persone rimaste ferite sarebbe in gravi condizioni. Le notizie che giungono dai media tedeschi sono per il resto ancora confuse: la Bild e lo Spiegel riferiscono di un secondo sospettato che è stato fermato, ma non è chiaro se sia effettivamente coinvolto. Il Rheinische Post non conferma la notizia.

Sicuramente la polizia sta effettuando controlli su vasta scala per cercare altre persone che potrebbero aver preso parte all’aggressione. Il movente dell’attacco è ancora sconosciuto e il portavoce della polizia ha chiarito di “non poter ancora parlare di terrorismo“. L’autore dell’attacco ha cercato di fuggire attraversando i binari e poi saltando da un ponte, ma subito dopo gli agenti lo hanno bloccato. Ferito, è stato ricoverato in ospedale.

Un giornalista dello Spiegel, Fidelius Schmid, si trovava sul luogo al momento dell’attacco, poco prima delle 21 di giovedì sera, e ha riferito di aver visto diverse persone a terra sanguinanti. Una racconto confermato dalle immagini girate subito dopo l’aggressione all’interno della stazione, che nel frattempo è stata completamente chiusa e presidiata dalla polizia. “Eravamo al binario, stavamo aspettando. Il treno è arrivato e all’improvviso qualcuno è saltato fuori con l’ascia, e ha colpito la gente”. È il racconto di un testimone alla Bild. “C’era sangue dappertutto. Una cosa del genere non l’avevo ancora mai vissuta”, ha aggiunto. Il primo a dare l’allarme è stato un passeggero a bordo di un treno fermo sui binari, che in un Tweet ha scritto: “Uomo con accetta inseguito dalla polizia”.

Foto dal sito Bild.de