Il sostegno nella corsa alla segreteria del Pd, in cambio di un posto a Montecitorio per il figlio Piero. È questo l’accordo, secondo il quotidiano Repubblica, stretto tra Vincenzo De Luca e Matteo Renzi, in vista della sfida dell’ex premier contro Michele Emiliano e Andrea Orlando. Le ricostruzioni parlano di una sorta di “patto di fedeltà“, per assicurare al figlio del Governatore un seggio alla Camera, alle prossime elezioni. E, dall’altra parte, per garantire a Renzi l’appoggio del Pd Campano. Intercettato dalle telecamere del Fattoquotidiano.it, a margine della Conferenza della Regioni a Roma, De Luca ha preferito non commentare la notizia.