Referendum? Se vince il NO, non si può pensare a un altro governo di scopo, ma si deve andare a votare”. Lo dichiara ai microfoni di “24 Mattino – Attenti a noi due” (Radio24) il deputato del M5S, Luigi Di Maio, che sfata l’assunto secondo cui, in caso di vittoria del NO, ci sarebbe un esodo degli investitori italiani all’estero. “Veramente stanno già scappando ora dall’Italia” – commenta il vicepresidente della Camera – “Al di là del SI’ o del NO al referendum, ci problemi legati alle nostre leggi, alla burocrazia che bloccano la possibilità di fare gli investimenti. Ma se vince il NO, i cittadini chiederanno a Renzi di mantenere la promessa iniziale di dimettersi. Poi è logico che il presidente della Repubblica deve decidere se sciogliere le Camere”. E aggiunge: “Se vince il NO, avremo una situazione in cui alla Camera c’è l’Italicum, sul quale pende anche il giudizio della Corte Costituzionale, e al Senato il Consultellum. Quale dovrebbe essere la legge elettorale con cui andare alle urne? In questi anni ne hanno fatte due, il Porcellum che è incostituzionale e l’Italicum con vizi di incostituzionalità. Noi abbiamo presentato 2 anni fa una proposta di legge perfettamente adeguata all’impianto della nostra Costituzione. Votino questa legge e andiamo a votare