Qualcuno, secondo gli inquirenti, non sopportava la loro presenza. Così ha lanciato una molotov nel casolare in cui dormivano, dando fuoco a due persone, probabilmente due senzatetto ,ora in fin di vita a Palermo. Lo ha reso noto la questura di Palermo, specificando che ancora non sono note le identità precise dei due ragazzi. I due, un ragazzo di 22 anni e una ragazza di 20, entrambi palermitani, sono ricoverati in gravissime condizioni all’ospedale Civico.

I vigili del fuoco sono intervenuti dopo una forte esplosione seguita da un incendio, scoppiato in un casolare di Ciaculli, in via Tenaglia, che ospita anche alcune bombole del gas. Secondo prime ipotesi investigative da confermare le fiamme sarebbero state innescate dal lancio di una bottiglia incendiaria o un ordigno rudimentale gettato da qualcuno che non gradiva la presenza dei due.

Nella stanza di pochi metri il ragazzo aveva sistemato una tenda a igloo. “La ragazza era andata a trovarlo”, spiegano dalla questura. Al momento dell’esplosione i due stavano dormendo e sono stati investiti in pieno dalle fiamme. Hanno riportato ustioni in varie parti del corpo e ad avere la peggio è stato il ragazzo. A segnalare l’esplosione è stata una telefonata al centralino dei vigili del fuoco. Sull’episodio indaga la Polizia.