Anche Franco Panzironi, ex ad di Ama imputato nel processo Mafia capitale, è indagato nell’inchiesta che vede iscritti fra gli altri l’assessore all’ambiente del Comune di Roma Paola Muraro. Lo riuportano diversi quotidiani. A quanto scrive Repubblica “sono sette le consulenze annuali sospette affidate da Giovanni Fiscon, Franco Panzironi e altri dirigenti dell’Ama” all’assessore della giunta Raggi. Muraro è indagata per abuso d’ufficio con Fiscon, l’ex dg della municipalizzata dei rifiuti, anche sotto processo nell’aula bunker di Rebibbia per Mafia capitale, e ora anche con l’ex amministratore delegato di Ama. La notizia arriva nel pieno di uno scontro rovente fra M5s e Pd, combattuto anche a colpi di querele, incentrato proprio sulle reciproche accuse di legami con il “Mondo di mezzo” di Carminati e Buzzi.

L’indagine verte su presunti favoritismi che avrebbero consentito a Muraro, esperta del settore rifiuti, di ottenere consulenze dalla municipalizzata romana: “Oltre agli incarichi da un milione e 200mila euro in dieci anni”, scrive il Corriere della Sera, “altre sette contratti da esterna per 500mila euro”. L’indagine della Procura di Roma – coordinata dall’aggiunto Paolo Ielo e dal sostituto procuratore Alberto Galanti –  è affidata ai carabinieri del Noe, che esaminano con particolare attenzioni le consulenze affidate dal 2008 in poi, con l’arrivo di Panzironi. L’ipotesi è che sia stata aggirata la normativa che impone di utilizzare personale interno e di rivolgersi a consulenti presi da fuori sono in caso la loro professionalità non esista all’interno dell’azienda.