La guardia di finanza di Pordenone ha sequestrato 12 ville di pregio, 3 terreni edificabili, un appartamento e un locale commerciale per un valore di 2,5 milioni di euro. I beni appartenevano a due famiglie rom che al fisco risultavano però nullatenenti. Gli indagati, con modalitá illecite, erano dediti al commercio di autovetture di grossa cilindrata, tra cui Ferrari, Lamborghini e Porsche, oltre alla costruzione e vendita di ville di lusso e la lucidatura e doratura degli arredi sacri di proprietá della Chiesa. Nei loro confronti pende la richiesta di applicazione delle misure di prevenzione patrimoniale in quanto si ritiene che vivessero abitualmente con i proventi di attività delittuose. Le stesse misure saranno oggetto delle udienze già fissate dal Tribunale di Prevenzione di Pordenone per il prossimo mese di settembre