Alcuni nomi erano già stati resi noti in una conferenza stampa: dirigenti e giornalisti Rai che percepiscono stipendi extra large. Oltre Dall’Orto, Marano, Maggioni, Berlinguer, Orfeo, Mazza, Marano (leggi qui i nomi) ci sono altri professionisti che nel 2016 hanno uno stipendio lordo superiore ai 300 o ai 200 mila euro.

Tra i dirigenti troviamo anche Gianfranco Cariola, direttore internal auditing responsabile per la prevenzione della corruzione con 352 mila euro; Raffaele Agrusti, chief financial officer, 340 mila euro; Angelo Teodoli, direttore Rai Gold, 325 mila euro; Fabrizio Piscopo, amministratore delegato Rai Pubblicità, 322 mila euro; Paolo Del Brocco, amministratore delegato Rai Cinema, 307 mila euro; Valerio Fiorespino, alle dirette dipendenze del direttore generale per progetti speciali, 303 mila euro; Carlo Nardello, alle dirette dipendenze del direttore di finanza e pianificazione, 302 mila euro, Paolo Galletti, direttore risorse umane e organizzazione, 300mila. Giancarlo Leone, direzione coordinamento editoriale palinsesti tv, 360 mila euro. Il direttore del canone, Marco Zuppi, 242.000 euro lordi all’anno.

Tra i giornalisti il vice di Antonio Di Bella (Rai News) Alessandro Casarin percepisce 240mila euro. Antonio Preziosi, caporedattore corrispondente per i servizi giornalisti radiofonici e televisivi del Belgio, ha uno stipendio lordo annuo di 245.448 euro. Antonio Rizzo Nervo, presidente del Centro italiano di Studi Superiori per la formazione e l’aggiornamento in giornalismo radiotelevisivo, invece, di 200mila euro.

Stefano Ziantoni, corrispondente per i servizi giornalistici radiofonici e televisivi dalla Francia, 201.427 euro. Pietro Marrazzo, corrispondente e responsabile ufficio per i servizi giornalistici radiofonici e televisivi dal Medio Oriente, 244.062 euro. Giovanna Botteri, corrispondente-responsabile dell’ufficio di New York per i servizi giornalistici radiofonici e televisivi dagli Stati Uniti, nel 2015 percepiva un compenso economico lordo pari a 200.037,86 euro, ma ora è sceso al di sotto dei 200.000 euro.

Paolo Bistolfi, vicedirettore Rai Gold, responsabile del canale Rai Premium, che nel 2015 ha percepito un compenso economico lordo di 204.332 euro; Silvia Calandrelli, direttrice Rai Cultura, che ha percepito un compenso economico lordo di 226.453 euro. Pasquale D’Alessandro, direttore Rai 5 – 249.898,06 euro; Tiziana Ferrario, corrispondente dagli Stati Uniti, 228.745,68; Luciano Flussi – Direttore Generale Rai Pubblicità 248.247,77; Gerardo Greco, autore e conduttore di Agorà, programma televisivo in onda su Rai3 – 234.906.