Un autista di autobus di Kalmar, nel sud-est della Svezia è stato denunciato ed immediatamente sospeso dal servizio dopo aver preso a calci e pugni un rifugiato siriano a bordo del pullman ed avergli rivolto frasi razziste – L’uomo era in attesa del pullman che doveva portarlo a Borgholm, nel sud del paese. Quando l’autobus si è fermato Il conducente, già protagonista di episodi di intolleranza verso i rifugiati siriani, ha chiuso le porte dell’autobus. Il siriano, dopo avergli scattato una foto col cellulare, si è rivolto al centro di accoglienza. L’autista ha fatto salire l’uomo ed ha cercato a sua volta di fotografarlo. A questo punto il conducente ha iniziato a picchiarlo con calci e pugni. Il video, girato all’interno del pullman, è stato consegnato alla polizia, che sta indagando sulla dinamica dei fatti