Jean-David Cattin è uno dei dirigenti di Generation Identitaire che definisce una “struttura politica che difende l’Europa e gli europei, lottando contro immigrazione e islamizzazione”. Il movimento della destra francese, che s’ispira alla Lega Nord, è diventato il punto di riferimento per centinaia di giovani. Non si definiscono razzisti, ma credono che una società multietnica e multirazziale sia per definizione violenta e conflittuale. E le loro posizioni sulla mattanza del lungomare di Nizza sono dure. “La gente è triste – sostiene il dirigente – ferita ed estremamente arrabbiata. Qualcuno ancora pensava che vivere assieme era possibile, ora possiamo accantonare quest’idea. Dobbiamo smettere di pensare a una società felice fatta di diversità. Questa roba non funziona e chi continua a parlarne è colpevole di complicità con la situazione attuale”  di Cosimo Caridi e Lorenzo Galeazzi