Euro 2016 si è spaccato in due: da una parte del tabellone tutte le più forti, per sfortuna (vedi Italia e Germania) o per demerito (Spagna e Inghilterra). Dall’altra le Cenerentole o le outsider, che diventano all’improvviso favorite per il torneo: una tra Croazia, Polonia, Belgio e Portogallo molto probabilmente arriverà in finale. Per tutte, però, da adesso vale la stessa regola: chi sbaglia va a casa. Perché dopo una prima fase in cui la nuova formula a 24 perdonava qualsiasi errore, concedendo infinite occasioni di rivalsa (e ripescaggio), ora non si può più sbagliare. Con gli ottavi di finale si fa sul serio.

ITALIA-SPAGNA UNICO BIG MATCH – La parta bassa del tabellone, come detto, riunisce tutte le big. Anche se gli incroci ad alta tensione cominceranno soprattutto dai quarti di finale: gli ottavi presentano sfide abbordabili per le favorite, almeno sulla carta. La Francia dovrà superare la difesa ad oltranza dell’Irlanda: un bel problema per i padroni di casa, che fin qui hanno faticato terribilmente a fare gol contro squadre chiuse; ma gli irlandesi sono probabilmente la nazionale tecnicamente più scarsa del lotto delle Top 16. Ci vuole fantasia per immaginare la Germania in difficoltà contro la Slovacchia di Marek Hamsik. Mentre forse l’Inghilterra rischia un’altra “Brexit” clamorosa contro l’Islanda, ma più per i problemi interni e le incertezze di Roy Hodgson che per la caratura dell’avversario. L’unico vero big match di questo primo turno ad eliminazione diretta sarà proprio Italia-Spagna, lunedì 27 giugno a Saint-Denis. Inutile prendersela con la sfortuna e con la Uefa: la colpa è soprattutto degli spagnoli, che hanno buttato via la partita contro la Croazia e il primo posto nel loro gruppo. Certo, a pensare che senza il gol di Eder all’ultimo minuto con la Svezia e col secondo posto nel girone gli azzurri avrebbero trovato al massimo Ungheria e Galles fino alle semifinali, qualche rimpianto verrà anche ad Antonio Conte. Superati gli ottavi, comunque, saranno solo scontri fra giganti: la vincente di Italia-Spagna contro la Germania, poi Francia-Inghilterra. Salvo imprevisti.

PORTOGALLO-CROAZIA, SEMIFINALE ANTICIPATA – L’altro lato è quello delle Cenerentole e delle outsider. Per Irlanda del Nord e Galles, al debutto continentale, già essere qui è un successo: ma con il derby britannico una delle due arriverà almeno fino ai quarti. Probabilmente contro il Belgio, che dopo la falsa partenza contro l’Italia è tornato nel lotto delle favorite grazie alle due vittorie contro Irlanda e Svezia e a un accoppiamento molto favorevole: se la vedrà con l’Ungheria, che ha già sorpreso tutti vincendo il suo girone; potenzialmente la strada è spianata fino alla semifinale. Più equilibrato il match fra Polonia e Svizzera, che apre la fase finale sabato alle 15 a Saint-Etienne: i polacchi sono l’unica difesa del torneo imbattuta insieme a quella della Germania, gli elvetici già ai Mondiali 2014 avevano portato l’Argentina ai supplementari. L’ultimo incrocio è quello più importante: la Croazia, forse fin qui la squadra migliore di Euro 2016, e il Portogallo, deludentissimo, solo terzo nel suo gruppo dietro Ungheria e Islanda, ma pur sempre la nazionale di Cristiano Ronaldo. Più che un ottavo, sembra una semifinale anticipata: chi vince ha tante possibilità di ritrovarsi il 10 luglio in finale a Saint-Denis. E comunque vada sarà una sorpresa.

Twitter: @lVendemiale